Archivio Diocesano

La Diocesi di Teano venne eretta nel IV secolo, la tradizione agiografica ne attribuisce la fondazione a S. Paride. Nel 966 circa Capua fu elevata al rango di Arcidiocesi metropolitana; tra le sue suffraganee è annoverata anche la Diocesi di Teano. Nel XII secolo fu costruita una nuova cattedrale, dopo che la precedente venne incendiata dai Normanni nel 1062. Successivamente verrà distrutta da un incendio nel 1520. Il 27 giugno 1818 con la bolla De utiliori di papa Pio VII alla Diocesidi Teano fu unita aequeprincipalitera quella di Calvi. Il 24 settembre Andrea de Lucia, vescovo di Calvi, prese possesso tramite un procuratore della Diocesi di Teano.Durante la Seconda Guerra Mondiale, il 6 ottobre 1943, Teano fu bombardata, la cattedrale venne rasa al suolo e il ricco archivio della Curia andò quasi completamente distrutto. La cattedrale venne ricostruita e consacrata nel 1957. Il 30 aprile 1979 fu soppressa la provincia ecclesiastica dell’Arcidiocesi di Capua e le due Diocesi divennero suffraganee dell’Arcidiocesi di Napoli.Il 30 settembre 1986, con il decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi, fu stabilita la piena unione delle due Diocesi con il nome attuale di Diocesi di Teano – Calvi.

Le prime notizie storiche inerenti l’archivio diocesano di Teano risalgono al 1603. Sono in corso di inventariazione il Fondo della Curia vescovile di Teano e il Fondo della Curia vescovile di Calvi.

L’archivio partecipa al Progetto CEI-Ar, il progetto di inventariazione informatizzata dei beni archivistici promosso dall’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’edilizia di Culto della Conferenza Episcopale Italiana.

Bibliografia
Associazione archivistica ecclesiastica, Guida degli archivi diocesani d’Italia vol. II, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici,Roma 1994

Sitografia
https://www.beweb.chiesacattolica.it/istituticulturali/istituto/2864/Archivio+diocesano+Teano+-+Calvi (consultato il 21/09/2018)